I 6 lavori più facili da trovare in Giappone per stranieri (senza sapere la lingua)

Alcuni dei lavori più facili da trovare in Giappone sono anche tra i più pagati e per alcuni basta saper parlare bene l’inglese, ma con un buon livello di giapponese si accede a una serie di lavori facili da ottenere e quasi sempre ben renumerati. 

1. Insegnanti di lingue

Il Giappone ha una lunga tradizione nell’assunzione di insegnanti di inglese. Molte scuole o centri privati di tutoraggio vogliono insegnanti di lingua inglese. Non è difficile trovare lavoro, vista l’elevata richiesta. In Giappone sono richieste anche altre lingue, ma l’inglese è la più richiesta.

Alcuni requisiti fondamentali sono una laurea triennale e una fedina penale pulita. Di solito è preferibile avere un certificato di insegnamento. Dovrai inoltre avere la cittadinanza di un paese di lingua inglese riconosciuto.

Oltre all’insegnamento, alcuni compiti fondamentali includono la preparazione di piani di lezione, l’organizzazione degli argomenti da trattare in classe e la preparazione di compiti e test. Esistono anche dei centri privati di tutoraggio dopo la scuola, chiamati Juku. Anche questo è un ottimo posto per insegnare e dare ripetizioni. Non è difficile come insegnare in una classe e di solito puoi programmare i tuoi orari.

Candidarsi alle scuole o ai juku è piuttosto semplice. Una semplice ricerca su Google ti fornirà molte opzioni. È meglio avere un’idea di dove vorresti lavorare in Giappone prima di iniziare la ricerca. Puoi anche chiedere agli insegnanti, agli amici o ai familiari quali posti potrebbero conoscere. Alcune scuole di lingue consigliate a Tokyo sono “Interac” e “Amity Corporation”. A Osaka, alcune buone scuole sono “Hello Sensei” e “Gaba”. A Kyoto e Hiroshima ci sono “Amity Corporation” e “Hello Sensei”.

Lo stipendio medio si aggira tra i 1.700 e i 5.000 dollari americani al mese, il che rende l’insegnamento dell’inglese una delle professioni più pagate in Giappone.

2. Ingegnere informatico

Potrebbe essere una sorpresa, ma in Giappone c’è un enorme mercato per gli ingegneri del software. Quindi, se ti piace la cultura giapponese e stai cercando un lavoro in Giappone, prova con l’ingegneria del software. Ovviamente dovrai avere una laurea triennale, ma se hai già una laurea, perché non lavorare in Giappone?

La retribuzione non è così alta come in altri paesi, ma è discreta. Lo stipendio iniziale è di circa 300.000 yen al mese. È consigliabile avere una buona conoscenza del giapponese. Non è sempre richiesto, ma evita che si verifichino errori di comunicazione. Inoltre, verrai pagato di più se sai parlare giapponese e se hai più esperienza lavorativa.

Anche in questo caso, trovare un lavoro non è troppo difficile, perché il mercato è molto vasto, quindi sarà sufficiente una semplice ricerca nella prefettura in cui vuoi lavorare. Ti consiglio di fare una ricerca sulle aziende che trovi. Cerca di capire quali sono quelle più adatte a te e quali hanno l’ambiente che stai cercando.

3. Lavoratori in fabbrica

Anche in questo caso, un mercato del lavoro sorprendentemente ampio in Giappone è quello degli operai. Si tratta inoltre di lavori molto stabili e non è troppo difficile qualificarsi per un lavoro.

Esistono moltissimi tipi di lavoro in fabbrica in Giappone, quindi prima di cercare lavoro assicurati di sapere in quale tipo di fabbrica vuoi lavorare. Alcune opzioni sono l’elettronica, i macchinari e il settore automobilistico, la siderurgia, i prodotti farmaceutici, l’esportazione di prodotti giapponesi, gli alimenti e le bevande e molto altro ancora.

Uno dei motivi per cui lavorare come operaio in Giappone è una buona idea è che i giapponesi sono generalmente molto amichevoli e disciplinati. Inoltre, lo stipendio è solitamente alto.

Lo stipendio di solito dipende dalle competenze e dal luogo in cui si vive. Varia anche a seconda che si tratti di un lavoratore a tempo pieno o part-time.

È consigliabile imparare la lingua giapponese. È possibile lavorare senza impararla, ma è più difficile trovare un lavoro e guadagnerai di più se parli la lingua abbastanza bene.

Una cosa da tenere presente, però, è che dovrai essere fisicamente in forma. Il lavoro in fabbrica può essere estremamente fisico. Inoltre, la maggior parte delle persone deve sottoporsi a un test medico.

Trovare un lavoro in fabbrica non è troppo difficile. Anche in questo caso, basta fare delle ricerche e cercare su Google diverse aziende nelle prefetture in cui vuoi andare.

4. Assistenza infermieristica

In Giappone c’è bisogno di badanti. Il Giappone ha un’elevata popolazione anziana, quindi questo tipo di lavoratori è sempre necessario. Non essendoci abbastanza lavoratori, il governo giapponese ha aperto questo tipo di lavoro anche agli stranieri. La paga di un badante è compresa tra 3.264.861 yen all’anno e circa 1.570 yen all’ora.

Ci sono 4 modi per lavorare come badante in Giappone.

Il primo è quello di avere un accordo di partenariato economico (EPA). Il Giappone ha un EPA con Indonesia, Filippine e Vietnam. Ciò significa che i cittadini di questi paesi possono lavorare in Giappone come care-worker. È necessario avere una conoscenza della lingua giapponese N3 o superiore.

Il secondo è ottenere un visto di assistenza. Gli studenti internazionali che si diplomano presso una scuola di formazione per operatori sanitari in Giappone e ottengono una certificazione di assistenza infermieristica possono ottenere un visto. Alcune scuole ti permettono anche di lavorare part-time mentre studi. Dovrai avere una conoscenza della lingua N2 o superiore.

La terza opzione è un programma di formazione per tirocinanti tecnici. Una volta entrati in Giappone, gli stagisti tecnici devono seguire corsi di giapponese e di assistenza infermieristica mentre lavorano in una struttura per anziani. Dopo un anno di programma, i tirocinanti dovranno superare degli esami per verificare le conoscenze di Bothe e le abilità pratiche. Se li superano, possono rimanere altri due anni. Ci saranno altri esami e l’intero programma durerà cinque anni.

La quarta e ultima opzione è quella di ottenere un visto per lavoratori qualificati (i). Questo programma più recente consente a coloro che hanno superato gli esami e possono dimostrare un certo livello di conoscenza del giapponese e dell’assistenza infermieristica di entrare in Giappone. Devono lavorare in una struttura di assistenza per anziani per cinque anni e diventare un operatore certificato. Una volta ottenuta la certificazione, potranno passare a un visto di assistenza e continuare a vivere in Giappone.

5. Ospitalità – Ristoranti, negozi di alimentari

Ci sono tantissimi tipi diversi di lavori nel settore dell’ospitalità in Giappone. Inoltre, il livello linguistico e la retribuzione cambiano a seconda del lavoro che stai cercando. Alcuni lavori nel settore dell’ospitalità sono hotel, ristoranti, minimarket, consegna di fast food e altro ancora. È uno dei lavori più facili da trovare in Giappone come straniero, quindi tieni d’occhio le offerte di lavoro.

Con tutte queste opzioni, non è difficile trovare un lavoro. Devi solo sapere che tipo di lavoro stai cercando. Se si tratta di un lavoro in un ristorante, vuoi fare il cameriere, il personale di cucina, le consegne, il bar o persino lavorare in un caffè a tema? Dopo aver ristretto il tipo di lavoro che desideri a poche opzioni, puoi cercare le offerte di lavoro.

Il tipo di retribuzione e il tipo di visto cambieranno a seconda del lavoro che otterrai. Ad esempio, per un lavoro in un hotel, dovrai avere un livello N2 o N1 in giapponese. Dovrai inoltre lavorare con orari non regolari, quindi con turni notturni. Di solito non è necessario avere esperienza nel settore alberghiero, ma è un vantaggio. Dovrai essere estremamente ospitale e gentile con gli ospiti. Lo stipendio medio varia a seconda delle dimensioni dell’hotel, ma di solito si aggira tra i 3 e i 4 milioni di yen all’anno.

La maggior parte dei lavori nel settore dell’ospitalità può essere a tempo pieno o parziale. Se sei uno studente in Giappone, alcuni visti per studenti consentono di lavorare part-time. Potresti chiedere ad amici, parenti e insegnanti se conoscono qualche buon lavoro part-time. Oppure puoi sempre cercare su Google offerte di lavoro nel settore dell’ospitalità nella prefettura in cui ti trovi.

6. Reclutatore

Il Giappone ha uno dei mercati di reclutamento più particolari al mondo. È perfetto per persone con molta esperienza e per persone senza esperienza. In alcuni casi, non è sempre necessario conoscere il giapponese e gli orari possono essere estremamente flessibili.

I tuoi compiti principali saranno quelli di incontrare persone, creare contatti e aiutare persone e aziende. Altre competenze che potrebbero tornarti utili sono le vendite, il marketing, gli affari, la scrittura, l’assistenza ai clienti e la ricerca.

Lo stipendio dipende dal lavoro, ma è possibile guadagnare molto nel settore del recruiting. Molte persone raddoppiano o triplicano il loro stipendio dopo aver lavorato per un anno o due.

Edoardo Preti Avatar