Il tuo primo colloquio di lavoro è dove hai l’opportunità di fare una grande impressione. Devi essere preparato e capire cosa fa l’azienda oltre alle potenziali domande che ti possono essere poste. Il modo in cui rispondi alle domande dell’intervistatore determina se passi alla fase successiva del processo di colloquio e ti posiziona per ricevere la tua prima offerta nella forza lavoro.

In questo articolo parleremo di cos’è un primo colloquio di lavoro, come prepararsi, quali domande aspettarsi e i consigli per avere successo durante il colloquio.

Leggi di più: 21 Suggerimenti per il colloquio di lavoro: Come fare una grande impressione

Cos’è il primo colloquio di lavoro?

Il primo colloquio di lavoro è l’opportunità per te di incontrare un intervistatore per ricevere un’offerta per il tuo primo lavoro. Generalmente si fa domanda per un lavoro durante la scuola superiore, ma questo passo può avvenire anche quando si è al college. Durante questa fase, il datore di lavoro cerca di restringere il numero di candidati qualificati che possono passare alla fase successiva.

Dovresti aspettarti di sentire domande generali sul tuo background e i tuoi interessi, e dovrai spiegare perché sei la persona giusta per la posizione. Vuoi essere sicuro di rispondere alle domande dell’intervistatore in modo chiaro e conciso per darti un vantaggio nel passare alla fase successiva del processo.

Leggi di più: 12 domande e risposte difficili per le interviste

Come prepararsi al primo colloquio

Ripassa questa lista per aiutarti a prepararti e ad aumentare le tue possibilità di successo al tuo primo colloquio:

  1. Cerca la società e studia l’annuncio di lavoro.
  2. Esercitati a rispondere alle domande usando il metodo STAR.
  3. Ricevi un feedback sulle tue risposte da un mentore o un amico.
  4. Prepara una lista di referenze e domande da porre all’intervistatore.

1. Cerca la società e studia l’annuncio di lavoro

La ricerca della società è una delle parti vitali della preparazione di un colloquio. Questo passo del processo aumenta la tua conoscenza dell’industria della società, delle operazioni commerciali, della leadership e della copertura delle notizie che hanno ricevuto. Puoi navigare nel loro sito web e nei canali dei social media per trovare queste informazioni, ma puoi anche controllare i motori di ricerca per individuare le notizie rilevanti. Più hai modo di studiare un’organizzazione, è più probabile che tu abbia un’idea migliore del tipo di persona che l’azienda sta cercando e delle domande che potrebbero farti.

Inoltre, assicuratevi di avere una comprensione completa del lavoro per cui state facendo il colloquio. È fondamentale studiare la descrizione del lavoro per identificare le responsabilità quotidiane, gli anni di esperienza e le abilità richieste per rispondere adeguatamente alle domande dell’intervistatore. Di solito, il primo lavoro che hai è una posizione part-time che ti prepara a ottenere un altro lavoro in seguito, quindi capisci che il tuo primo lavoro può prepararti per un altro lavoro che sia in linea con il tuo percorso di carriera.

2. Esercitati a rispondere alle domande usando il metodo STAR

Durante il colloquio, dovrai rispondere a domande sulle tue capacità e sul tuo interesse per la posizione. Tuttavia, ti potrebbero essere poste domande comportamentali per testare la tua consapevolezza della situazione, quindi dovrai esercitarti a rispondere alle domande usando il metodo STAR (Situation, Task, Action, Result) che trasformerà le tue risposte in un formato narrativo facile da seguire. Avrai bisogno di orientare la tua risposta al successo durante la tua carriera accademica, dato che ti stai candidando per il tuo primo lavoro.

Diamo un’occhiata ad ogni passo del metodo STAR usando un esempio di uno studente che sta sottolineando la sua esperienza durante la scuola:

Situazione

Descrivi la sfida che hai incontrato a scuola e i dettagli importanti che l’intervistatore dovrebbe conoscere.

Esempio: “Nel mio attuale ruolo di presidente del club di francese della nostra scuola, il nostro club doveva raggiungere il nostro obiettivo di raccolta fondi per il viaggio del nostro club a Parigi in estate. Il nostro liceo ci ha dato scadenze strette, il che ha portato a sentimenti di stress da parte mia”.

Compito

Racconta all’intervistatore la responsabilità che ti ha aiutato a superare la sfida.

Esempio: “Il mio ruolo è quello di assicurare che programmiamo eventi nella comunità che ci aiutino a raccogliere fondi e ci sono dati tre mesi per raccogliere 5.000 dollari”.

Azione

Spiega la strategia che hai adottato per completare l’obiettivo che ti sei prefissato di finire entro la scadenza.

Esempio: “Con il budget a nostra disposizione, ho contattato le aziende locali per aiutarci a organizzare i nostri eventi gratuitamente e ho pubblicato annunci sul giornale studentesco. Abbiamo finito per fare otto vendite di torte in tutta la città, e abbiamo lavorato con altri club per partecipare ai loro eventi e aumentare la visibilità e la raccolta di fondi per il nostro viaggio”.

Risultato

Definisci il risultato raggiunto in base alle azioni che hai intrapreso. Usa numeri ed esempi espliciti per mostrare i tuoi risultati quando possibile.

Esempio: “Abbiamo finito per superare l’obiettivo di raccolta fondi di 5.000 dollari, quindi abbiamo donato il resto dei soldi al dipartimento di francese della scuola, il che mi ha fatto sentire orgoglioso della mia capacità di eseguire sotto pressione e fornire risorse a un programma che mi appassiona**. Il nostro club ha apprezzato il nostro viaggio in Francia, ed è bello esplorare un’altra parte del mondo e conoscere una cultura diversa dalla propria”.

3. Ottieni un feedback sulle tue risposte da un mentore o un amico

Pratica le tue risposte per il tuo primo colloquio di lavoro con un mentore o un amico fidato che può darti una critica costruttiva. In questo modo, evidenzierai quali aree hai bisogno di preparare per il tuo tempo e quelle che conoscerai quando ti verrà chiesto dall’intervistatore. Un mentore può essere una fonte migliore per prepararti considerando l’esperienza che possono avere nella forza lavoro, ma anche il tuo amico è prezioso se lavora al lavoro per cui hai fatto domanda. In entrambi i casi, essere preparati migliora la tua fiducia e aumenta le tue possibilità di ricevere un’offerta.

4. Prepara una lista di referenze e domande da porre all’intervistatore

Porta al tuo primo colloquio di lavoro una lista di referenze che possano parlare a nome del tuo carattere e della tua esperienza accademica, insieme alle domande che vuoi fare al datore di lavoro prima di andare al primo colloquio. Le referenze possono includere insegnanti, leader della comunità e amici di famiglia. Inoltre, la qualità delle domande che fai mostra il tuo livello di impegno ed entusiasmo per il lavoro per cui ti stai candidando.

Dai un’occhiata a questa lista di domande che puoi fare a un datore di lavoro:

  • Come si può avere successo in questo ruolo?
  • Come gestiresti le prestazioni dell’impiegato che lavora in questo ruolo?
  • Può fornire alcuni esempi di sfide che un dipendente incontra in questa posizione?
  • Qual è il modo migliore di collaborare per raggiungere il successo?
  • Come ti aspetti di lavorare con questo dipendente?
  • Cosa le piace di più del lavorare per questa organizzazione?

Leggi di più: La guida completa alla ricerca di un’azienda

Quali domande ti devi aspettare?

Dovrete esercitarvi in anticipo prima del colloquio con l’intervistatore. Dai un’occhiata a questa lista di domande che puoi aspettarti che un datore di lavoro ti faccia durante il colloquio:

  • Dimmi cosa sai dell’organizzazione.
  • Perché sei interessato a candidarti per questa posizione?
  • In che modo la tua carriera accademica ti ha posizionato per lavorare in questo ruolo?
  • Perché credi di essere la persona giusta per questa posizione?
  • Come descrivi le tue capacità di collaborazione?
  • Ti senti a tuo agio a lavorare in un ambiente di squadra?
  • Qual è il suo risultato di cui va più fiero?
  • Descrivi uno scenario in cui hai superato le avversità per raggiungere un obiettivo.
  • Spiega una volta in cui hai avuto difficoltà con un compagno o un insegnante.
  • Quali sono le tue aspettative di stipendio per questa posizione?
  • Dove si vede tra 5-10 anni?
  • Come pensi che gli altri ti percepiscano?
  • Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Consigli per un’intervista di successo

Ora che ti sei preparato per il colloquio, è il momento di eseguire e distinguerti dal resto dei candidati. Esamina alcuni consigli aggiuntivi per assisterti durante il tuo primo colloquio di lavoro:

Porta copie del tuo curriculum e prendi appunti

Devi stampare almeno cinque copie del tuo curriculum, in modo da poterle dare ad altri colloqui che potrebbero volerti fare domande sulla posizione. Vorrai portare un taccuino e una penna per scrivere i punti chiave di cui parlare e fare riferimento ad essi quando scrivi la tua nota di ringraziamento su ciò che hai imparato.

Arrivare presto

Arriva al tuo colloquio almeno 10 o 15 minuti prima per assicurarti di arrivare in tempo e farti un’idea del posto di lavoro. Considera il miglior mezzo di trasporto da prendere e chiedi un passaggio a un genitore o a un amico se necessario.

Concentrati sui punti di forza e sui risultati

Lo scopo del tuo colloquio è quello di farti distinguere dal resto dei candidati che stanno intervistando per questa posizione, quindi evidenzia i modi principali in cui hai avuto un impatto sugli altri in un ambiente accademico e i risultati misurabili che hai ottenuto.

Follow-up dopo il colloquio

Prendi l’iniziativa e invia una nota di ringraziamento personalizzata a ogni persona con cui hai fatto il colloquio. Assicurati di ottenere un biglietto da visita da ogni persona con cui hai fatto il colloquio, in modo da conoscere la sua e-mail. Dovresti mandargli un’email entro 24-48 ore dopo l’intervista.