Ad un certo punto durante il processo del colloquio, ti potrebbe essere chiesto cosa ti è piaciuto di più nella tua posizione precedente. La risposta che fornisci dice agli intervistatori molto sulla tua personalità generale e su come potrebbe influenzare il loro team. In questo articolo, discutiamo perché i datori di lavoro fanno questa domanda, spieghiamo i passi per come rispondere e forniamo delle risposte di esempio per aiutarti a preparare le tue.

Correlato: Come vestirsi per un colloquio di lavoro

Perché i datori di lavoro chiedono “Cosa ti è piaciuto di più del tuo lavoro?”

Che sia finito positivamente o male, i datori di lavoro vogliono sapere se puoi trovare diversi aspetti di un lavoro precedente che ti sono piaciuti. Cercano risposte positive e costruttive. Non importa come è finito il tuo ultimo lavoro, il modo in cui rispondi ad una domanda come questa dice al datore di lavoro molto su chi sei. Se dai una risposta positiva e costruttiva, sanno che sei pronto per le nuove sfide poste dalla loro posizione.

Correlato: Domanda di colloquio: “Cosa la appassiona” (suggerimenti ed esempi di risposte)

Come rispondere a “Cosa ti è piaciuto di più del tuo lavoro?”

Usa questi passi per preparare una risposta al colloquio su ciò che ti è piaciuto della tua ultima posizione:

  1. Concentrati sugli aspetti positivi.

  2. Concentrati sul lavoro piuttosto che sulle persone.

  3. Spiega come ti ha preparato per questa nuova posizione.

  4. Spiega perché le condizioni sono migliori qui.

1. Concentrati sugli aspetti positivi

È importante mantenere un tono positivo quando si risponde a questa domanda. Anche se le condizioni della tua precedente posizione erano scarse, trova qualcosa di buono da dire. Gli intervistatori preferiscono assumere individui positivi che hanno il potenziale per essere una vera risorsa per la squadra. Per esempio, invece di spiegare quanto fosse pessima la gestione, di’ qualcosa come “Ho preso una grande iniziativa gestendo me stesso, spingendo più forte con ogni progetto fino a quando non ha raggiunto il successo”.

2. Concentrati sul lavoro piuttosto che sulle persone

Se tiri fuori dettagli specifici sul tuo ruolo precedente, concentrati sui tuoi compiti e responsabilità piuttosto che sulle persone coinvolte. Condividi informazioni dettagliate sul tuo lavoro, le tue realizzazioni e i tuoi risultati. Se hai realizzato qualcosa di particolare, calcolato con numeri o percentuali, menziona anche questo. Anche se non ti piaceva la tua posizione precedente, spiegala in un modo che la faccia sembrare un ruolo di successo. Se necessario, fornisci anche informazioni su vantaggi unici, come una sala giochi o una sala fitness.

3. Spiega come ti ha preparato per questa nuova posizione

Se ci sono state delle sfide nella tua posizione precedente, capitalizzale spiegando come ti hanno preparato per un nuovo ruolo. Considera come alcune di queste sfide ti hanno reso un dipendente più completo e più efficace. Usa i dettagli della tua storia in modo positivo, dicendo al tuo intervistatore come ti hanno insegnato nuove abilità. Per esempio, se il tuo ufficio si trova in una zona con una connessione internet limitata, spiega come lavorare offline ti ha insegnato a prendere più note.

4. Spiega perché le condizioni sono migliori qui

Con queste nuove competenze in mente, spiega come vuoi applicarle a questa nuova posizione. Questo è il modo migliore per concludere questa domanda, poiché è esattamente ciò che l’intervistatore cerca nella tua risposta. Vogliono capire cosa hai imparato dal tuo ruolo precedente e come questo ti avvantaggia ulteriormente nella loro squadra. Se ci sono abilità o lezioni che hai imparato nella tua precedente azienda, questo è il momento di terminare la tua risposta con informazioni utili per l’intervistatore.

Correlato: Domanda di colloquio: Come affronti lo stress?

Esempi di risposte per “Cosa ti è piaciuto di più del tuo lavoro?”

Considera queste risposte di esempio per aiutarti a creare le tue:

  • Esempio 1: Assistente amministrativo

  • Esempio 2: Marketer digitale

  • Esempio 3: Project manager

  • Esempio 4: programmatore di videogiochi

  • Esempio 5: Responsabile delle risorse umane

Esempio 1: Assistente amministrativo

“Mi è piaciuto molto lavorare con i miei colleghi. Era un’atmosfera molto spensierata che mi incoraggiava ad andare al lavoro ogni giorno. Ho gestito le fatture dei clienti all’interno del nostro software di prenotazione, anche se non era sempre affidabile. Dopo un po’ di tempo, sono stato in grado di pianificare in anticipo problemi particolari, prendendo appunti in un’altra applicazione in modo da poterli poi copiare e incollare. Questo mi ha permesso di andare avanti con il mio lavoro e ha dimostrato alla direzione che niente poteva impedirmi di completare gli obiettivi in tempo”.

Esempio 2: Marketer digitale

“È stata un’ottima posizione di ingresso in un’agenzia di start-up. Non solo stavo imparando di più sul marketing, ma la gestione era anche molto trasparente, insegnandoci molto su come possedere un business. Era un’atmosfera molto collaborativa e io e il team lavoravamo insieme su quasi tutti i progetti. Il punto debole di ognuno era controbilanciato dal punto forte di un altro. Ho imparato più lavorando lì di quanto abbia mai fatto all’università e sono entusiasta di applicare queste abilità ad una nuova posizione”.

Esempio 3: Project manager

“Attraverso la mia esperienza nella mia precedente azienda, sono stato esposto a molti stili di gestione diversi mentre i capi squadra superavano le barriere attraverso sforzi collaborativi ed efficaci. Ho supervisionato una vasta gamma di progetti, ma non ero in grado di concentrarmi su uno in particolare. Sono entusiasta di prendere ciò che ho imparato dalla mia precedente posizione e di concentrarmi su progetti individuali nella tua azienda”.

Esempio 4: programmatore di videogiochi

“Lavorare al mio attuale lavoro è stato un sogno assoluto. Ho potuto fare uno stage con il team creativo subito dopo il college e ho pensato che sarei stato con loro per il prossimo futuro. Avevamo dei vantaggi speciali come una sala videogiochi per divertirci durante le nostre pause e uno scivolo che si estendeva dal secondo piano fino all’atrio principale. Per quanto fosse fantastico, l’atmosfera era un po’ troppo casual per me. Sono pronto a provare qualcosa di nuovo dove posso davvero provare me stesso e crescere come programmatore”.

Esempio 5: Responsabile delle risorse umane

“Sono stato nella mia precedente azienda per otto anni. È stata una grande esperienza nel complesso e ho progettato molte iniziative di formazione che usano ancora. Ero orgoglioso di essere un sostenitore dei dipendenti, facendo del mio meglio per capire le loro situazioni individuali e risolvere i problemi che meglio si adattano alle loro esigenze. Spero di portare questa stessa quantità di attenzione al tuo posto di lavoro, creando un senso di famiglia e di lavoro di squadra tra i dipendenti”.