Cosa Dire Ad Un Colloquio Di Lavoro (E Cosa Non Dire Mai)

Ogni colloquio è diverso, perché ogni lavoro è diverso e la persona che ti farà le domande sarà sempre diversa.

Detto questo, alcuni aspetti sono comuni a qualunque colloquio di selezione, tra cui alcune cose che dette al momento giusto lasceranno una buona impressione (e altre che ti faranno perdere il lavoro all’istante).

Leggi fino in fondo per scoprire tutte le cosa da dire e quella da evitare assolutamente per affrontare un colloquio di lavoro al meglio, avere più chance di superare il processo di selezione e raggiungere i tuoi obiettivi di carriera.

Cosa dire al colloquio di lavoro

L’inizio del colloquio di selezione è il momento in cui ti presenti e mostricosa sai dell’azienda. È già un paso avanti per dimostrare di essere il candidato perfetto.

Ecco cinque cose da dire per un approccio ideale all’inizio della tua intervista.

1. Piacere di conoscerla e grazie per questo colloquio

Salutare il tuo interlocutore con un sorriso darà subito una buona prima impressione, quella che probabilmente ricorderanno finito il colloquio. Una stretta di mano e un atteggiamento positivo dimostrano cortesia e professionalità. Un bel biglietto da visita.

Dopo esserti presentato, ringrazia il datore di lavoro per l’opportunità che ti sta offrendo e per il tempo che ti sta dedicando.

Per approfondire: come vestirsi per un colloquio di lavoro

2. Ho letto la descrizione del lavoro

Dimostrare che hai capito appieno la descrizione del lavoro è un segno di sincero interesse per la nuova posizione aperta. Potresti spiegare quali elementi della descrizione del lavoro ti hanno spinto a candidarti al colloquio per la posizione offerta.

L’attenzione per i dettagli è da sempre una skill utile in tutti i lavori e quindi imprescindibile per essere un candidato di successo.

3. Mi sono informato sull’azienda…

Mentre alcuni in cerca di lavoro si limitano a leggere la descrizione del lavoro per capire quali sono le qualifiche e le responsabilità, fare ricerca sull’azienda dimostra il tuo interesse anche per la sua cultura aziendale e i suoi valori fondamentali.

Gli intervistatori apprezzano i candidati che prendono l’iniziativa e vogliono saperne di più sull’azienda prima del colloquio, perché questo dimostra che la posizione offerta è in linea con le tue aspirazioni professionali.

Mostra all’intervistatore che ti sei informato bene e hai le idee chiare, parlando di quel che hai scoperto sull’azienda. Per prepararsi ad un colloquio di lavoro è sempre utile visitare il sito web della società, i social media, gli articoli recenti e qualsiasi altra cosa tu possa trovare.

Prendi nota della mission aziendale e degli eventi in corso ad essa correlati. Cerca di menzionare queste cose in tutte le tue risposte e l’intervistatore sicuramente si renderà conto che il tuo interesse è genuino.

4. … Ma vorrei saperne di più

Chiedere ulteriori informazioni sull’azienda dimostra che sei sinceramente interessato a conoscere la storia dell’azienda dal punto di vista di un dipendente attuale o del fondatore. Sebbene tu sia quello che viene intervistato per il lavoro, il desiderio di saperne di più sull’argomento indica che hai bisogno di maggiori informazioni per decidere se l’azienda sarà adatta a te, fattore importante tanto per te quanto per loro.

Dopotutto, le domande da colloquio importanti sono anche quelle che devi porre tu stesso. In realtà, tutto conta quando devi decidere cosa dire a un colloquio.

5. Mi sento molto motivato

Dire che ti senti motivato dimostra che il lavoro ti interessa davvero e sicuramente il reclutatore ti chiederà quali aspetti del lavoro ti interessano maggiormente e perché.

Preparati una risposta che metta in evidenza i tuoi punti di forza più in linea con la mansione lavorativa.

Inoltre, quando usi la parola “motivato” per descrivere te stesso, stai esprimendo alcune cose al tuo intervistatore:

  • il desiderio di aiutare l’azienda a fare bene
  • che vuoi essere (e quindi sei) un lavoratore produttivo

Mostrare ai datori di lavoro che possono contare su di te per ottenere risultati è fondamentale per ottenere il lavoro.

Alla fatidica domanda “perché vuole unirsi a noi” dai una risposta che spieghi come la tua motivazione ti ha aiutato in passato e come il tuo percorso di crescita professionale ti aiuterà nel svolgere le mansioni specifiche relative a questo nuovo ruolo.

Per degli esempi, leggi anche la nostra guida sul come rispondere alla domanda “perché vuoi fare questo lavoro“.

Un candidato entusiasta è uno che non dà per scontato il suo lavoro. Una riposta giusta potrebbe essere “voglio davvero il lavoro e farò del mio meglio quando lo avrò“, perché l’intervistatore noterà subito la tua eccitazione per il ruolo e questo farà un’ottima impressione.

I datori di lavoro cercano lavoratori ottimisti e l’entusiasmo è un atteggiamento positivo che fa piacere, mentre un approccio negativo ti taglierà fuori da subito.

5. Ho l’esperienza lavorativa necessaria per svolgere il lavoro

Un curriculum perfetto non basta e ogni intervistatore sicuramente ti chiederà della tua esperienza lavorativa. Sfrutta questa opportunità per dimostrare di essere in grado di svolgere il lavoro.

Porta degli esempi concreti dei risultati del tuo lavoro, usando il metodo STAR. Spiega il tuo approccio ai problemi incontrati e come i successi ottenuti nelle esperienze passate ti consentiranno di aiutare con successo questa azienda. Dimostra il tuo valore.

3. Lavoro bene con gli altri

La capacità di lavorare a contatto con le persone è una delle abilità interpersonali che i datori di lavoro apprezzano di più. Un intervistatore vuole sapere come hai lavorato in squadra in passato e quali risultati avete ottenuto tutti insieme.

Spiega qual è stato il tuo ruolo nel team e come le tue capacità relazionali hanno contribuito al suo successo. Le aziende vogliono creare un gruppo in grado di autogestirsi e portare risultati veri.

P.S. e se il team non si autogestisce, potresti fare un accenno alle tue capacità manageriali 😉

6. Cerco sempre di migliorarmi

I datori di lavoro vogliono sapere che sei pronto ad adattarti e imparare nuove cose. Parla della tua volontà di continuare a saperne sempre di più sul tuo settore e digli che leggi costantemente articoli di settore e che ti confronti costantemente con altri esperti per un consiglio (e in realtà devi fare queste cose, non solo dirle).

Sii specifico quando fai riferimento alle pubblicazioni che leggi o ai blog che segui.

7. Ecco come posso aiutarvi 

Il punto cruciale della tua intervista è dimostrare in che modo aiuterai l’azienda a raggiungere gli obiettivi futuri (non in che modo loro ti faranno guadagnare). Non dimenticare questa importante distinzione nella tua intervista. La crescita dell’azienda dev’essere uno dei tuoi obiettivi della tua carriera lavorativa.

Spiega ai datori di lavoro come svolgeresti i ruoli richiesti per il lavoro e perché sei il migliore per implementare le tue idee. Ovviamente non avrai tutti ogni singolo dettaglio pronto, ma perlomeno alcune idee di massima che ritieni possano funzionare bene (spiega per filo e per segno perché funzionerebbero secondo te).

Howard Pines, fondatore e CEO di BeamPines una volta ha detto che “la cosa migliore che un candidato può fare durante un colloquio di selezione è porre delle buone domande”. Serve a dimostrare che sei curioso e sinceramente interessato a far parte dell’azienda.

Di solito c’è la possibilità di porre domande alla fine del colloquio, quindi preparatene alcune che dimostrino che ti senti già coinvolto nel loro sistema.

Pines suggerisce diverse domande da colloquio da porre al tuo interlocutore:

  • Quali sono i problemi cruciali a breve e lungo termine su cui dovrei concentrarmi in questa posizione?
  • Cosa dovrei fare di diverso rispetto alla persona che ha ricoperto questa posizione prima di me?
  • Ci sono dei problemi organizzativi di cui dovrei essere a conoscenza?

8. Come posso migliorarmi?

Asking your interviewer what you can do to excel in the position you applied for shows that you have the desire to succeed at their company. Besides meeting the minimum requirements for the position, your desire to excel further can help you stand out among the other applicants.

Chiedere al datore di lavoro cosa puoi fare per eccellere nel tuo prossimo lavoro è un ottimo modo di mostrare il tuo desiderio di crescere insieme all’azienda ed è fondamentale per far capire che sei il candidato ideale, tanto quanto avere le giuste qualifiche ed esperienze passate.

9. Voglio davvero fare carriera in questa azienda

Questa è una sorta di bonus perché non vale per tutti quelli che si presentano a un colloquio. Se sai di voler costruire una carriera in azienda, dillo apertamente, perché il tuo intervistatore vuole sapere che hai intenzione di investire nell’azienda e non hai intenzione di cambiare aria rapidamente.

Se pensi che lavorare per l’azienda per molto tempo contribuirà ai tuoi obiettivi professionali, menzionalo nella tua intervista.

Che tu stia facendo domanda per un lavoro come ingegnere o impiegato d’ufficio, queste cose difficilmente cambiano.

10. Come verranno misurati i miei risultati?

Un ottimo modo per dimostrare che vuoi davvero eccellere nel tuo lavoro, è chiedere come verranno misurate le tue performance, dato che il tuo obiettivo è raggiungere gli obiettivi dell’azienda e superarli.

11. Mi so adattare

Gli ambienti di lavoro sono in continua evoluzione e i potenziali datori di lavoro sono sempre alla ricerca di candidati aperti al cambiamento e in grado di adattarsi aqualsiasi situazione. Nel frenetico mondo degli affari di oggi, i dipendenti devono avere la capacità di svolgere più attività spesso molto diverse.

Affermare che sei versatile farà capire al datore di lavoro che sei pronto e disposto a fare tutto il possibile per portare a termine il lavoro. Purtroppo per te, ciò può significare anche fare straordinari o assumere incarichi aggiuntivi in ​​tempo di crisi.

Dimostra al datore di lavoro che hai le carte in regola per affrontare qualsiasi problema che possa sorgere.

10. Grazie per il tempo dedicatomi

Devi mostrare un atteggiamento positivo e professionale sia all’inizio che alla fine del colloquio di selezione. E anche buona norma inviare una mail di follow-up per ringraziare dell’attenzione ricevuta.

Per approfondire: come si svolge un colloquio di lavoro

Ce l’abbiamo fatta! Se ti ricordi di toccare tutti i punti sopracitati, aumenterai di molto le tue chance di passare i prossimi colloqui di lavoro.

Ma non è finita perché ci sono anche molte cosa che non dovresti MAI dire a un colloquio…

11.State affrontando delle difficoltà al momento?

Asking about the current company challenges allows you to understand what skills you might offer that could benefit the company. This question also exhibits your willingness and desire to overcome challenges and solve current problems.

Interessarti ai possibili problemi che l’azienda sta affrontando è un modo per capire meglio quali delle tue capacità saranno più utili al datore di lavoro. Questo è già un modo per mettere in mostra la tua volontà di non arrendersi e risolvere i problemi.

12. Quali sono i vostri obiettivi?

Many companies have goals that represent their vision for the future. Asking about their current goals as a company shows that you have the desire to surpass your minimum requirements and be an asset to their team. Learning about company goals may also help you understand whether you want to be part of their vision.

Gli obiettivi sono specchio dei valori di un’azienda. Questa è un’altra domanda da porre durante un colloquio lavorativo per dimostrare che vuoi offrire di più dei requisiti minimi necessari per ottenere il lavoro e diventare un vero e proprio valore aggiunto per la compagnia. Questa domanda ti aiuterà anche a capire se i tuoi valori si allineano a quelli dell’azienda e se vale la pena prendere questo lavoro.

13. Imparo in fretta

Ovviamente un datore di lavoro ti chiederà quali competenze hai per svolgere una mansione, ma è importante anche fargli capire che sarai in grado di imparare rapidamente quel che serve e ancora non sai fare. Questo è particolarmente importante se hai poca o nessuna esperienza, quindi preparati a raccontare come sei riuscito ad apprendere velocemente nuove competenze in passato.

14. Amo il lavoro di squadra

Essere in grado di lavorare senza supervisione è molto apprezzato, ma anche essere capaci di lavorare in un team è fondamentale. Fai capire al datore che ti trovi a tuo agio lavorando con gli altri, magari parlando di esperienze passate che mettano in mostra le tue capacità di comunicazione, empatia e collaborazione.

15. Ora sono certo che posso svolgere bene questo lavoro

Dire al datore di lavoro che sei convinto di poter fare questo lavoro alla fine del colloquio dimostra che sei stato attento durante la vostra discussione e che hai preso una decisione ponderata solo dopo aver soppesato tutto quello che vi siete detti. È anche un modo per dimostrare ancora una volta che le tue capacità sono compatibili con quello che cerca l’azienda.

10 Cose da non dire MAI ad un colloquio di lavoro

1. Chi siete e di cosa vi occupate esattamente?

Con così tante informazioni gratuite là fuori non puoi non fare almeno qualche ricerca. Dai un’occhiata su LinkedIn al profilo del responsabile delle risorse umane o di chi ti intervisterà, visita il sito web dell’azienda o cercalo su Google.

Se non mostri un minimo di buona volontà non puoi certo aspettarti che gli intervistatori prendano sul serio la tua candidatura.

2. Quali sono le responsabilità di questa mansione specifica?

Cioè, no, fammi capire… dici di avere un curriculum perfetto per la posizione offerta, ma non sai nemmeno di cosa si tratta?!?!

I lavori di solito vengono forniti con una descrizione del ruolo. Se stai facendo domande come queste, potresti far pensare all’intervistatore che il lavoro non ti interessa davvero.

3. Non mi sono trovato bene nella mia ultima azienda

Non importa quanto negativa sia stata l’esperienza dei lavori precedenti, non vuoi portare alcuna negatività nel tuo colloquio. Ricordati di concentrarti sugli aspetti positivi.

4. Col mio capo non andavamo d’accordo

Parlare di una cattiva relazione con il tuo capo precedente non è bello, soprattutto perché uno degli intervistatori potrebbe essere il tuo nuovo capo. Potrebbe chiedersi se non sia tu la ragione per un cattivo rapporto di lavoro.

5. Il mio team precedente era terribile

Dire che ti sei trovato male col tuo vecchio datore di lavoro è quasi sempre una risposta sbagliata.

Parlare male dei tuoi colleghi precedenti non è consigliabile. Anche se questo vuol dire che hai dovuto svolgere la maggior parte del lavoro pesante, ti farà sembrare egocentrico e non un giocatore di squadra.

6. Io, beh… um… può ripetere la domanda?

Va bene essere nervosi, ma non prendersi tempo per pensare alle risposte e armeggiare con le parole non è il modo di comportarsi a un colloquio di lavoro, così come pensare troppo alle risposte e non ascoltare ti farà apparire disinteressato.

Se devi prendere tempo, pensare ad alta voce ti farà guadagnare qualche secondo mostrando che hai capito la domanda. Al contrario, stare zitto lascia il dubbio che la conversazione non sta andando nella direzione giusta.

7. Questo ruolo è un grande trampolino di lancio per me

Questo è un esempio tipico di cosa non dire in un’intervista. Potresti essere un ottimo candidato, ma se fai pensare che il ruolo è solo temporaneo per te, è improbabile che ti scelgano rispetto ad altri candidati ch si dimostrano più impegnati a lungo termine.

8. Ma porca t#$%@!

Spergiurare o parlare di cose sconvenienti è un segnale chiaro di mancanza di professionalità. Come mandare a p#####@ un colloquio conoscitivo…

9. È scritto sul mio curriculum vitae

Certo, hai perso tempo e fatto grandi sforzi per scrivere un curriculum perfetto che di sicuro ti ha fatto partire col piede giusto, ma non ti avrebbero fatto la domanda se non avessero voluto una buona risposta da te in prima persona!

10. Facilito i risultati strategici avvalendomi di una filosofia “pronta all’uso”

I tuoi intervistatori non hanno molto tempo per capire se sei la persona giusta o meno. Quindi, assicurati di non gonfiare ogni tua risposta con gergo o paroloni privi di sostanza.

Nel poco tempo a disposizione dovrai stupire e convincere, mostrare che sai come muoverti, e un dizionario di sinonimi è raramente una delle competenze tecniche richieste. Dagli le informazioni importanti e nient’altro.

Redazione Avatar