Alla fine di un colloquio potresti non essere ancora certo sul fatto che tu abbia ottenuto il lavoro o che ti guadagnerai il secondo colloquio. Quando si cerca di capire come è andato un colloquio, ci sono dei segnali chiave da saper interpretare: i modi di fare, l’atteggiamento e le domande di un intervistatore possono indicare il suo interesse ad assumerti.

In questo articolo, esploriamo alcuni segnali comuni che un colloquio è andato bene ( o male!).

Indice

I Segni per capire se un colloquio lavorativo è andato bene

Cerca di riconoscere un linguaggio del corpo positivo da parte dell’intervistatore e se ti pone delle domande coinvolgenti, questo potrebbe indicare che sei riuscito a fare una buona impressione con le tue abilità e il tuo background.

I segni comuni di un colloquio di successo includono:

È durato per una quantità significativa di tempo

Molte interviste positive durano per l’intero periodo di tempo per cui erano stato programmate e l’intervistatore potrebbe volerti fare altre domande anche quando il colloquio è finito, invitandoti a un secondo colloquio per approfondire i punti trattati nel primo colloquio.

L’intervistatore ti ha presentato ad altri membri del team

Quando un responsabile delle assunzioni ritiene che la tua personalità, la tua esperienza e le tue capacità corrispondano a quelle del suo team, potrebbe decidere di presentarti agli altri dipendenti, che potrebbero portarti in giro per l’ufficio e farti fare un tour dei diversi dipartimenti. Questo di solito significa che ti vedono come adatto al ruolo e all’azienda. Mostrati sempre cortese e professionale mentre incontri ogni dipendente, sorridendo e stringendo la mano.

Ti danno nuove informazioni sul ruolo e sull’azienda

Gli intervistatori interessati ad assumerti vorranno descrivere con entusiasmo il ruolo e l’azienda, per farti capire com’è lavorare lì e quali saranno le tue responsabilità, nonostante si aspettino che tu ti sia già informato per conto tuo durante la preparazione al colloquio.

In genere ti forniranno ampi dettagli sulla posizione e sull’organizzazione per darti abbastanza informazioni al fine di decidere se è una buona soluzione per te.

Hanno cercato di renderti entusiasta del ruolo e dell’azienda

Se fai colpo sul responsabile delle assunzioni, questi potrebbe cercare di stuzzicare ulteriormente il tuo interesse condividendo informazioni aggiuntive come vantaggi e benefici per spronarti a lavorare con loro. Mostra il tuo entusiasmo e fagli capire che vuoi saperne di più sul ruolo sorridendo, annuendo e facendo domande.

Gli intervistatori sono in genere più interessati ai candidati appassionati e che dimostrano come contribuiranno con progetti di valore e nuove idee per l’azienda.

Per approfondire: cosa dire a un colloquio di lavoro

L’intervistatore ha menzionato potenziali avanzamenti nella società

Gli intervistatori interessati possono condividere con te i vantaggi di unirsi all’organizzazione e ciò che otterrai lavorando con loro, comprese le opportunità di crescita e di avanzamento. I datori di lavoro sono solitamente interessati a candidati che si impegnano a lungo termine con un’azienda e che vogliono passare a ruoli di alto livello, contribuendo con idee e decisioni forti.

Il responsabile delle assunzioni vuole parlare a tu per tu

Se la conversazione con l’intervistatore ti è parsa semplice e scorrevole, è probabile che loro si siano sentiti allo stesso modo. Questo potrebbe essere perché hai molto in comune con il responsabile delle assunzioni, il che potrebbe fargli decidere di continuare con entusiasmo la conversazione da soli. Un’empatia del genere con l’intervistatore è un segno certamente positivo, perché può significare che l’HR sente di poter comunicare con te facilmente e che hai una personalità adatta alla cultura aziendale.

Il tuo intervistatore sembra esaltato

Quando un intervistatore si sta divertendo nel conoscerti, di solito mostra un linguaggio del corpo particolare. Può sorridere durante l’intervista e stabilire un contatto visivo costante, due chiari segni che è particolarmente interessato alle tue risposte, alle tue domande e a tutto quel che hai da dire.

Hai risposto a molte domande sulla tua precedente esperienza e abilità

Gli intervistatori interessati al tuo background o alle tue capacità possono fare continuamente domande su di esse. Le tue esperienze e i tuoi punti di forza possono allinearsi bene con le responsabilità del ruolo, quindi fare più domande li aiuta a capire meglio quanto bene userai i tuoi talenti per completare questi compiti lavorativi.

Cerca di fornire quanti più esempi possibili per dare all’intervistatore un’idea chiara di come hai contribuito nei tuoi lavori precedenti e dei risultati che hai portato in azienda. Usa il metodo STAR per rispondere efficacemente a questo tipo di domande.

L’intervistatore sembra rilassato

Se il responsabile delle assunzioni sembra rilassato e non ti mette fretta durante il colloquio, può voler dire che è interessato a prendersi del tempo per conoscerti. Questo ti farà sentire più rilassato e sicuro a tua volta mentre rispondi e fai domande durante il colloquio.

Ti viene chiesta la tua disponibilità

Quando un responsabile delle assunzioni ti chiede delle date future, questo può spesso significare che ti stanno considerando per i prossimi colloqui e vogliono sapere quanto bene il tuo programma si allinea con il loro. Potrebbero anche chiederti in quale data saresti disponibile a iniziare. Questo di solito significa che ti vedono come un candidato forte e vogliono saperne di più sui tuoi punti di forza e sulle tue capacità.

Hai ricevuto un’email di follow-up o una telefonata

Uno o due giorni dopo il colloquio, potresti ricevere un’e-mail di follow-up che ti ringrazia per il tuo tempo o ti chiede la tua disponibilità. Anche se l’e-mail non menziona un secondo colloquio o un’offerta di lavoro, questo può comunque essere un segno positivo che hanno apprezzato il tuo colloquio e si metteranno in contatto per i prossimi passi.

Correlato: Come scrivere un’e-mail di follow-up

Hai discusso i prossimi passi nel processo di assunzione

L’intervistatore può sentirsi sicuro di passare alla fase successiva del processo, il che lo porta a discutere i prossimi passi con te, che potrebbero includere il primo, il secondo e il terzo colloquio. Potresti anche ricevere informazioni su chi incontrerai, come il tuo potenziale responsabile di reparto, il CEO o un gruppo di membri del team.

Hai ricevuto risposte positive dopo aver risposto alle domande

L’intervistatore può fornire spunti verbali e non verbali positivi dopo aver sentito le tue risposte. Se sorridono o annuiscono durante la risposta o rispondono con commenti del tipo: “sembra che saresti un’ottima scelta” o “questo è il tipo di etica del lavoro che stiamo cercando”, questo potrebbe significare che sono entusiasti della tua esperienza e delle tue capacità.

Ti viene chiesto di altre posizioni

Quando un intervistatore è interessato ad aggiungerti alla sua squadra, potrebbe chiederti di altri ruoli che stai considerando nella tua ricerca di lavoro. Questo potrebbe significare che sono curiosi di conoscere la concorrenza. Se vengono a sapere che stai facendo un colloquio con altre organizzazioni, il datore di lavoro potrebbe ricordarsene e farti un’offerta prima di altri.

L’intervistatore si è riferito a te come parte della squadra

Alcuni intervistatori possono essere entusiasti di te come candidato che ti immaginano già come loro dipendente. Questo può indurli a riferirsi prematuramente a te come membro della squadra. Queste potrebbero essere frasi sottili all’interno di una conversazione. Per esempio, un intervistatore potrebbe dire: “Quando ti unirai al nostro team” piuttosto che “Se ti unisci alla nostra squadra”.

Come capire se un colloquio è andato male

Ci sono dei fattori, come una giornata di lavoro stressante o la mancanza di sonno, che possono influenzare il successo del tuo colloquio anche se non centrano poi niente con te, a a parte questo ecco dei segnali chiari che l’intervista forse non è andata bene:

L’intervista è durata poco

Il tuo colloquio di persona dovrebbe durare di solito più di 30 minuti. Se è stato più breve del periodo di tempo previsto, questo può essere un segno che non è andato bene come ci si aspettava. Ci sono casi che potrebbero averne causato la brevità, come un problema imprevisto di cui il reclutatore si è dovuto occupare.

Hai incontrato pochi o nessuno dei dipendenti

Il responsabile delle assunzioni potrebbe informarti prima del colloquio che incontrerai altri membri del team più tardi. Se cercano di congedarti prima del colloquio senza presentarti a nessuno, considera la possibilità di chiedere all’intervistatore se vuole ancora che tu incontri i membri del team. La tua determinazione e il tuo coraggio di parlare potrebbero cambiare la loro impressione iniziale su di te.

Hai ricevuto pochi dettagli sul ruolo o sulla società

Gli intervistatori interessati possono spiegare con entusiasmo dettagli positivi per farti entusiasmare per l’opportunità di lavoro. Se senti che questo non sta accadendo, prova a prendere il controllo e a dimostrare il tuo interesse ed entusiasmo per il ruolo, facendo domande sulle mansioni quotidiane, sulla cultura aziendale o sulle competenze richieste per quel ruolo.

Gli intervistatori si sono concentrati sugli aspetti negativi del lavoro

Alcuni intervistatori possono concentrarsi solo sugli aspetti negativi di un ruolo, come le lunghe ore di lavoro o i compiti di lavoro più noiosi. Fai del tuo meglio per fornire risposte cortesi ed educate, così da mostrare che sei un candidato ottimista e positivo che è ancora interessato a svolgere i compiti legati a quel ruolo.

Gli intervistatori non hanno parlato del tuo futuro con l’azienda

I responsabili delle assunzioni a cui piace un candidato di solito discutono le opportunità di avanzamento all’interno dell’organizzazione. Se questo non avviene, provate a fare domande sulle opportunità di crescita e sui modi in cui potreste fare carriera o migliorare le vostre capacità. Questo dimostra il tuo impegno per l’auto-miglioramento, il ruolo e l’azienda.

Nel colloquio manca di una connessione empatica

Ci potrebbero essere molte ragioni per cui è stato difficile impegnarsi o connettersi con il tuo intervistatore. Lui/lei potrebbe aver avuto una giornata di lavoro stressante, o potrebbe mancare di una capacità comunicativa. Questa potrebbe essere una grande opportunità per mostrare all’intervistatore che puoi andare d’accordo con persone di tutti i tipi, rimanendo positivo, professionale e coinvolgente mentre prendi le redini e guidi la conversazione.

L’intervistatore non aveva un linguaggio del corpo coinvolgente

Il linguaggio del corpo può dirti se un responsabile delle assunzioni è interessato alle tue risposte durante un colloquio. Se sorride o stabilisce un contatto visivo, di solito significa che è interessato a ciò che stai dicendo. Fai del tuo meglio per stabilire un contatto visivo, annuire e sorridere, anche se l’intervistatore non lo sta facendo.

L’intervistatore ha espresso delle preoccupazioni

Alcuni intervistatori possono esprimere a voce la loro preoccupazione riguardo a qualcosa elencato sul tuo curriculum o a una risposta che hai fornito. Cerca di mantenerti positivo mentre espandi l’argomento su cui ha avuto da ridire. Se rispondi in modo professionale e fornisci un ragionamento logico, puoi ancora sperare.

Sei stato precipitoso

Se un intervistatore si prende il suo tempo per parlare con te dall’inizio alla fine, è tipicamente un segno che gli è piaciuto parlare con te e vuole continuare. Alcuni responsabili delle assunzioni possono invece metterti fretta per finire la conversazione. Questo a volte può significare che davvero hanno fretta o sono in ritardo per una riunione imminente o chissà…

Anche se sei stato interrotto, ringrazia per il suo tempo prima di uscire. Non sei ancora spacciato, forse.

Non ci sono state domande sulla tua disponibilità

Potrebbe non esserti stato chiesto quando potresti iniziare. Anche se questo a volte è segno di un colloquio lavorativo fallito, è possibile che si sia solo dimenticato di chiedertelo. Succede per davvero!

Alla fine del tuo colloquio o in un’e-mail di follow-up, informalo sulle date in cui sei disponibile per iniziare o per un altro colloquio.

Leggi: Cosa fare dopo un colloquio di lavoro

Il responsabile delle assunzioni sembra distratto

Un intervistatore può controllare il suo telefono o la sua e-mail mentre stai rispondendo a una domanda o condividendo una storia. Potrebbe avere un’agenda piena di impegni quel giorno o aver bisogno di rispondere a un messaggio urgente. Se questo accade una volta, prenditi un momento per aspettare che finisca quello che stanno facendo. Se invece è distratto per l’intera durata dell’incontro, fai del tuo meglio per fare domande e usare il linguaggio del corpo per coinvolgerlo.

Non ti sono state poste domande di follow-up

Dopo aver fornito le risposte, gli intervistatori interessati cercheranno di solito di saperne di più facendo ulteriori domande. Se il responsabile delle assunzioni non fa domande di follow-up, cerca di approfondire le tue risposte da solo, spiegando il tuo ruolo in certe situazioni e i risultati che hai portato.

L’intervistatore ha letto ripetutamente il tuo curriculum

Anche se hai inviato il tuo CV con i tuoi materiali originali di candidatura in anticipo, l’intervistatore potrebbe comunque rivedere il tuo curriculum più volte durante il colloquio, o potrebbe davvero essere la prima volta che lo vede. Se lo legge ripetutamente mentre stai rispondendo alle domande, puoi mettere in pausa educatamente e chiedere: “Ha qualche domanda sul curriculum?”

I responsabili hanno menzionato altri candidati qualificati

Il responsabile delle assunzioni potrebbe rendersi conto durante l’intervista che altri candidati sono più adatti alla posizione e potrebbe menzionartelo. Cerca di rimanere positivo e dimostra come ti distingui dagli altri candidati e cosa ti rende un candidato allo stesso livello o migliore per il ruolo.

Hai ricevuto poche o nessuna domanda sulle tue capacità o esperienze

Un responsabili delle assunzioni genuinamente interessato in genere farà domande approfondite sulle tue capacità o esperienze rilevanti, per capire come si allineano al ruolo. Se non ricevi questo tipo di domande, cerca di espandere da solo sui tuoi punti di forza e il tuo background. Menziona le competenze che hai o le mansioni lavorative che hai completato e che si riferiscono direttamente alla posizione, per aiutarlo a immaginarti meglio nel ruolo.