Le domande motivazionali sono una parte comune del primo colloquio di lavoro. Una forma tipica della domanda è: “Cosa ti motiva?”, ma ci sono anche altre varianti, come le domande su ciò che ti appassiona o le sfide che cerchi.

Scopri alcuni modi comuni in cui gli intervistatori chiedono ai candidati di lavoro le loro motivazioni, e ottieni consigli sulle risposte migliori, insieme alle risposte da evitare.

 

Cosa vogliono sapere gli intervistatori?

Qualsiasi domanda in questa categoria aiuta i responsabili delle assunzioni a capire di cosa vi sentite entusiasti e cosa guida il vostro successo. Naturalmente, gli intervistatori sono consapevoli che guadagnare soldi è una delle principali ragioni per lavorare. Con questa domanda, stanno cercando di scoprire altri fattori che ti spingono a presentarti al lavoro.

Questa domanda aiuta anche gli intervistatori a valutare l’idoneità. Mentre rispondi, cercheranno segni che ciò che ti motiva è una buona corrispondenza con le responsabilità del lavoro e la cultura aziendale.

Leggi: cosa dire ad un colloquio di lavoro

 

Cos’è la motivazione?

Per prima cosa, diamo un’occhiata a cosa sia esattamente la motivazione. Nell’uso quotidiano, il termine motivazione è frequentemente usato per descrivere perché una persona fa qualcosa. Si può definire come il processo che aiuta a guidare i comportamenti orientati all’obiettivo.

La motivazione è ciò che ci spinge ad agire, sia che si tratti di prendere un bicchiere d’acqua per ridurre la sete o di leggere un libro per acquisire conoscenze.

Ci sono due diversi tipi di motivazione:

  • Motivazioni estrinseche sono quelle che nascono dall’esterno dell’individuo e spesso coinvolgono ricompense come trofei, denaro, riconoscimento sociale o lodi.
  • Motivazione intrinsecasono quelle che nascono dall’interno dell’individuo, come fare un complicato cruciverba puramente per la gratificazione personale di risolvere un problema.

 

Come rispondere alle domande motivazionali

Quando stai affrontando un colloquio di lavoro, dovresti fare del tuo meglio per evidenziare le motivazioni intrinseche piuttosto che quelle estrinseche.

Prima del colloquio, rivedi la descrizione del lavoro e scopri il più possibile sulla posizione. Poi, adatta le tue risposte a ciò che il datore di lavoro sta cercando in un candidato. Inoltre, esamina questi esempi di abilità motivazionali.

La tua risposta varierà in base al tuo background e alle tue esperienze, ma dovresti mantenerla positiva. Nella tua risposta, condividi il tuo entusiasmo e ciò che ti è piaciuto di più del tuo ultimo o attuale lavoro.

Le migliori risposte alle domande motivazionali sono oneste e tuttavia dovrebbero anche collegarsi al lavoro per cui ti stai candidando. La tua risposta dovrebbe suggerire fortemente che saresti altamente motivato e adatto al lavoro che comporta il ruolo in questione.

Quando ti prepari a rispondere a questa domanda, dovresti pensare a:

  • Cosa ti è piaciuto durante il lavoro nelle posizioni precedenti? Pensa anche al tuo lavoro quotidiano e ai tuoi interessi più ampi.
  • In quali tipi di compiti sei più bravo? In quale tipo di ambiente (occupato, con scadenze, cooperativo, competitivo, rumoroso, tranquillo, ecc.) lavora meglio?

Qualunque cosa tu dica, devi sostenerla con esempi tratti dai tuoi studi, dalle tue esperienze lavorative e dalle tue attività di volontariato, e le tue risposte devono riguardare le capacità e le attitudini richieste per il lavoro per cui ti stai candidando.

 

Esempi delle migliori risposte

Esempio di risposta #1

Sono molto motivato a risolvere i problemi. Nella mia ultima posizione, ho aiutato a risolvere i reclami dei clienti. C’è qualcosa di così soddisfacente nel fornire risposte a clienti confusi e nel rendere i clienti frustrati di nuovo felici grazie al mio aiuto.

Perché funziona: Questa è una grande risposta per qualcuno che lavora in una posizione a contatto con il cliente. Mostra che il candidato è guidato dalla risoluzione dei problemi e dal dare aiuto ai clienti.

Esempio di risposta #2

Sono incredibilmente motivato a risolvere problemi e puzzle. Nella mia vita personale, amo fare le parole crociate quotidiane. In ufficio, questo prende la forma di scavare nei dati e nei fogli di calcolo. Nel mio ultimo lavoro, ero responsabile della preparazione del rapporto annuale su quali prodotti avevano le migliori prestazioni. Queste informazioni venivano utilizzate per determinare dove l’azienda avrebbe concentrato i suoi sforzi nell’anno successivo. E’ stato molto gratificante sapere che il lavoro che ho fatto, esaminando i fogli di calcolo mensili e il feedback dei clienti, ha aiutato a guidare il management superiore.

Perché funziona: Questa risposta del candidato collega il personale al lavoro in modo molto efficace. Nella risposta, il candidato è in grado di fornire un esempio di come qualcosa che lo motiva sia utile per un datore di lavoro.

 

Suggerimenti per dare la migliore risposta

    • Fai degli esempi. Se puoi, indica le situazioni in cui lavori bene. Per esempio, se sei un tipo che rispetta le scadenze, fai un esempio di come questo si è svolto in un particolare progetto. Oppure, se fiorisci quando lavori in una squadra, parla di come il lavoro di squadra ti ha aiutato a rimanere in pista e motivato.
    • Sii onesto. Mentre è intelligente considerare la cultura dell’azienda e inquadrare la tua risposta in termini di come lavorano le persone nell’azienda, è anche fondamentale essere onesti. Questo ti aiuterà a suonare positivo e autentico quando rispondi.
    • Sii rilevante. Se c’è un modo per collegare ciò che ti motiva al lavoro in questione, è l’ideale. Mentre pianifichi la tua risposta, considera le competenze e le abilità che saranno più utili per questo lavoro

     

    Cosa non dire MAI

    Ci sono alcune risposte che non si rifletteranno bene su di te come candidato. Ecco cosa evitare nella tua risposta:

      • Essere fuori tema rispetto al lavoro da svolgere. Se sei motivato da fattori che non sono coinvolti nella descrizione del lavoro, sarà una bandiera rossa per l’intervistatore. Per esempio, se dici di essere una persona motivata dalla comunicazione interpersonale e dal lavoro con le persone, ma il lavoro è una posizione di contabilità con poca interazione con gli altri, non sarai considerato adatto al lavoro.
      • Denaro per il controllo dei nomi. Evita le risposte che nominano il denaro (il tuo stipendio, un bonus, una commissione, ecc.) come fattore motivante. Mentre la busta paga e i benefici finanziari sono una ragione importante per lavorare, non è questo il tipo di risposta che gli intervistatori stanno cercando. Anche essere motivati da lodi e riconoscimenti è meglio evitare nella vostra risposta.
      • Fate del vostro meglio per fornire una risposta onesta o specifica. Le risposte vaghe non sono utili agli intervistatori. Ricorda, ogni domanda è un’opportunità per mostrare i tuoi punti di forza.

     

    Possibili domande di follow-up

    I punti chiave da prendere in considerazione

    FAI PRATICA: Ti sarà più facile rispondere se scrivi una lista di ciò che ti motiva prima del colloquio.

    CONCENTRATI SUI RISULTATI RILEVANTI: Concentra la tua risposta sui motivatori che corrispondono più da vicino ai requisiti del lavoro del datore di lavoro.

    MOSRATIT ENTUSIASTA: Dato che stai parlando di ciò che ti spinge, mostra un po’ di entusiasmo e positività nella tua risposta. Tutto questo fa parte del come comportarsi a un colloquio di lavoro