Niccolò Segnalini

Niccolò Segnalini, Economia e Direzione delle Imprese, Cost Controller Rai Radiotelevisione Italiana S.p.A.
Partecipante alla prima edizione di “Employability2.0″

L’entrata nel mondo del lavoro è senza dubbio un passaggio imprescindibile per maturare e dare un senso al proprio percorso di studi, ma presenta lo stesso grado di difficoltà di chi – abituato a percorrere sentieri agevoli e ben tracciati – si trovi d’un tratto a scalare una parete d’alta montagna. Ci si può, ci si deve provare! Il punto è: come farlo? A mani nude, certo, ma il rischio di cadere e farsi male è grande. Oppure con gli strumenti giusti: corde, picconi, scarponi. Ecco, Employability 2.0 è stato per me proprio questo: mi ha fornito gli strumenti per scalare quella montagna, dandomi la grande opportunità di lavorare in due giganti quali Rai e Sky, di ottenere al contempo prestigiose certificazioni internazionali e di ricevere una formazione di altissimo livello. Consapevole che avrei dovuto farcela da solo, ma anche conscio che in caso di necessità ci sarebbe stato qualcuno pronto ad ascoltarmi e darmi consigli, spronandomi a fare sempre meglio. Il senso di appartenenza e comunità, oltre al network di professionisti che abbiamo creato sul luogo di lavoro e durante le sessioni di docenza, sono gli elementi che hanno dato al progetto una marcia in più e un vero valore aggiunto.Ora che ho scalato la prima delle tante vette che mi attendono, ripenso al percorso compiuto fin qui, alle aspettative e ai traguardi raggiunti. Anche grazie a Employability 2.0 ho capito che nel mondo del lavoro è necessario coltivare di continuo due caratteristiche, apparentemente in contrasto tra di loro, umiltà e ambizione. Ad ogni nuova sfida, nuovo progetto o compito da portare a termine, è fondamentale avere l’umiltà di conoscere i propri limiti, accettando i consigli di chi ha più esperienza e vuole farci crescere, investendo su di noi tempo e risorse. Ma al tempo stesso, bisogna avere ambizione. L’ambizione di imparare velocemente, di fornire un nostro contributo personale, puntando ad acquisire un numero crescente di responsabilità. Lavorare è crescere, è mettersi alla prova, è migliorarsi giorno per giorno. Employability 2.0 è stato prezioso perché mi ha permesso di ricevere una cosa che soprattutto in questi tempi è rara, ossia la fiducia. Mi sono ritrovato al centro di una fitta rete di attori – dal Consorzio Elis alle Aziende partecipanti – e di professionisti che in maniera congiunta hanno lavorato duramente per permettere a noi ragazzi neolaureati di entrare nel mondo di lavoro e diventare giovani professionisti, capaci di affrontare con entusiasmo e dinamismo le sfide che il lavoro e la vita ci pongono.

Employability 2.0 è tutto questo, ma è soprattutto coraggio, fiducia, determinazione.

Author: l.russo

Share This Post On