Marco Di Sano

Marco Di Sano, Ingegneria Informatica, Demand Manager, Lottomatica.
Partecipante alla prima edizione di “Employability2.0″

Quando entrai a far parte della community Employability 2.0 avevo solo 24 anni, con un’idea del mondo del lavoro totalmente diversa da quella che ho maturato oggi, sia per la pochissima esperienza professionale sia per l’agnosticismo nei confronti di quello che è realmente la vita in azienda. In Lottomatica ho iniziato un percorso che si è, nel tempo, stabilizzato.
Qui, soprattutto per la tipologia delle attività che svolgo, ho imparato a coltivare non solo conoscenze tecniche, ma soprattutto le cosiddette soft skills, fondamentali per tessere relazioni con colleghi, clienti, fornitori. Il ruolo ricoperto in azienda all’interno dell’area Demand Management Services porta quotidianamente a misurarmi con una molteplicità di fattori – per così dire – propulsivi: l’ambiente di lavoro, stimolante per la formazione, la gestione dei progetti, i rapporti interpersonali.
Partecipare ad Employability 2.0 mi ha dato la possibilità di vivere due grandi realtà aziendali, tra cui proprio Lottomatica. Questo progetto è stato infatti fondamentale per il mio percorso di crescita (personale e professionale) poiché mi ha concesso ampie opportunità di networking, quali spunti di approfondimento e di ricerca, momenti di incontro e di training.
Employability 2.0, il cui tangibile prestigio si costruisce attorno ad un accurato intreccio di fattori, si è rivelato un progetto affascinante, che stimola l’ambizione, che appaga il desiderio di crescita culturale, che suscita interesse, che desta nuove curiosità, che non trascura il lato umano delle relazioni professionali. Il progetto ha lasciato moltissimi ricordi, tra i quali momenti di riflessione e momenti ludici, ma soprattutto ha contribuito a creare amicizie e relazioni, vero valore aggiunto di questo percorso.
Stante l’impossibilità di descrivere esaustivamente in poche righe le impressioni raccolte in questi anni, un debito sforzo non può che condurre alla seguente conclusione: coinvolgente, stimolante, formativo.

Author: l.russo

Share This Post On