Flavia Franchini

“Sono Flavia, da qualche mese in distacco presso Monte dei Paschi di Siena nella città di Siena, dopo un anno presso Almaviva a Milano.
Il primo anno sono stata seguita da valide persone, responsabili disposti ad offrire la propria esperienza, con passione per il proprio lavoro, ma soprattutto con fiducia nel valore aggiunto che un giovane laureato possa apportare nella realtà aziendale. Il periodo iniziale di ogni inserimento porta con sé sentimenti di destabilizzazione, di interrogazione sulle modalità in cui sia giusto emergere nel nuovo ambiente, si avverte di poter contare unicamente su se stessi e sulle proprie capacità.
Gradualmente si prende confidenza con l’ambiente circostante, con le persone che lo caratterizzano e, sfruttando un marcato spirito di osservazione che permette di respirare il contesto e di familiarizzare con esso, ha inizio l’integrazione e finalmente la valorizzazione della nuova risorsa.
Comincia così una fase di stabilità e di confidenza con le attività e gli obiettivi assegnati.

Occorre avere molta pazienza ed umiltà soprattutto durante il percorso di inserimento, ma queste caratteristiche vengono apprezzate lungo tutto il corso della vita lavorativa.
Si tratta di un allenamento continuo ad esercitare queste virtù e il percorso Employability mette alla prova proprio queste attitudini, proponendo la company rotation: elemento che nella mia esperienza ha comportato due anni in due realtà differenti per business e mission aziendali, in città diverse e che mi permette di interfacciarmi con colleghi, responsabili e progetti differenti.
Se tutto cambia, devi farlo anche tu!
Dunque, dopo solo un anno, periodo di tempo appena sufficiente per acquisire autonomia e competenze e per imparare a muoversi nell’ambiente lavorativo, acquisendo dimestichezza e individuando le persone alle quali fare riferimento, ho ricominciato daccapo con grinta e fiducia nella validità formativa del percorso.
L’occasione di distacco da un’azienda per il passaggio all’altra mi ha consentito di elaborare quanto appreso durante il primo anno e di fare ingresso nella realtà MPS con gli strumenti atti ad interpretare il nuovo contesto aziendale e con un’esperienza maturata della vita aziendale e dell’approccio al lavoro per progetti.
Mi auguro il meglio per questo nuovo anno appena iniziato e per il mio futuro professionale, di cui ora sto gettando le basi investendo parallelamente nel lavoro e nella formazione!”

Author: l.russo

Share This Post On