Davide Ghezzi e la sua “Zego”

Il nono atelier, nel corso del quale abbiamo approfondito la life skill “Problem Setting & Problem Solving”, si è svolto a Milano, ospiti della madrina Talent Garden.

L’atelier ha previsto le testimonianze di due figure imprenditoriali molto giovani, e proprio la loro giovane età ci ha permesso sin da subito di entrare in empatia con gli speaker e di sentirci a nostro agio nel fare numerose domande.

Nello specifico, molto interessante ed apprezzato è stato l’intervento di Davide Ghezzi,  cofounder di Sistema Solare SpA e Archon Dronics e sopratutto founder di Zego, start-up la cui storia è stata l’argomento principale del suo intervento.

Il background professionale di Davide ha permesso una profonda riflessione su quanto discusso nei precedenti atelier: la sua carriera rappresenta un corollario di cambi di approccio, cambi di mentalità, nuove prospettive, nuove idee, che si possono ben desumere dall’eterogeneità del suo curriculum. Siamo rimasti particolarmente affascinati dalla sua capacità di reinventarsi e riadattarsi in base al contesto del mercato e soprattutto alle proprie ambizioni personali.

Dopo una prima esperienza con una start-up (Cellulari.it), seguita da un approdo in azienda (Pirelli, J.P. Morgan, Mediobanca), passando per un MBA alla Columbia University e numerose altre esperienze, Davide nel 2012 fonda Zego, il servizio di carpooling che consente di spostarsi in città approfittando dei posti disponibili nelle auto.

Il trigger all’ideazione di questa applicazione si potrebbe senza dubbio descrivere come un esempio di “Problem Setting & Problem Solving”.

Nello specifico, come risolvere il problema del sempre più crescente traffico urbano, con tutte le derivazioni sociali e ambientali, e come poter scalare tecnologicamente le possibilità di sharing economy ad oggi già collaudate (vedi BlaBla car, nota modalità di condivisione viaggi per tratte extraurbane in tutta Europa, o l’americana Lyft per le tratte urbane aldilà dell’atlantico)?

È qui che nasce l’idea “Zego”.

Attiva ad oggi a Milano e Torino, Zego offre la possibilità di chiedere ed offrire passaggi in condivisione agli utenti che hanno la necessità di percorrere lo stesso tragitto. Una rivisitazione del caro vecchio autostop? Non solo, Zego introduce l’ormai collaudato meccanismo dei feedback, venendo così incontro alle esigenze di sicurezza e affidabilità ricercate dagli utenti.

Nel corso del suo intervento Davide, con il medesimo entusiasmo con cui ha illustrato la sua idea, ha infine  esposto la roadmap evolutiva dell’azienda, con i suoi obiettivi sfidanti ma assolutamente affascinanti. Cavalcare il trend di crescita esponenziale delle sharing economy, con un occhio di riguardo anche alle tematiche più strettamente socio-ambientali, è probabilmente il leitmotiv dell’idea di “fare impresa” di Davide Ghezzi. Un fare impresa che necessità di una passione costante e di una ferma convinzione nelle proprie idee anche per  scontrarsi con le molteplici difficoltà e resistenze del mercato (tassisti in primis).

Credo che ognuno di noi, al termine dell’intervento, abbia fantasticato o ripescato nel proprio cassetto della memoria qualche vecchia idea imprenditoriale…Davide Ghezzi lo fa ogni giorno. Ed ogni giorno non ha paura di mettersi in gioco.

Author: l.russo

Share This Post On