Dicono di noi

Hanno detto di Employability 2.0:

Aziende:

Birra Peroni – “Birra Peroni ha deciso di aderire perché ha visto in questo progetto un’ottima opportunità di gestire i talenti basandosi sull’opportunità di uno scambio culturale con aziende dello stesso livello, di primaria importanza nel mondo dei beni di alto consumo.[…] Il training di tre settimane che ha preceduto l’ingresso in azienda ha fatto sì che la persona arrivasse già sufficientemente formata e pronta ad entrare a regime” Marco Pesaresi, Sales and Distribution Director

Ericsson- “Con Employability 2.0 aggiungiamo la collaborazione con le aziende alla collaborazione con le università, questo per aiutare i giovani a sviluppare quella che sta diventando una richiesta di competenza: la capacità di avere una visione allargata rispetto al rapporto con una sola azienda e con i processi di questa azienda.” Massimo Marocchini, Direttore HR & Organization

Fastweb – “L’innovazione è un punto di attenzione per la nostra azienda e questo progetto è prima di tutto innovativo e ci da la possibilità di portare delle esperienze giovani in azienda in maniera inedita.” Roberto Biazzi, Direttore Human Capital

Poste Mobile “I giovani del progetto Employability 2.0 sono la futura leadership del paese, sono talenti messi al servizio non solo dell’azienda ma del paese”.Filippo Palombini, Hr Director 


Stampa:

Repubblica.it (Luglio 2012): Laureati in cerca di lavoro ora arriva Employability 2.0 Prende il via in questi giorni la fase cruciale dell’iniziativa del consorzio ELIS, due step retribuiti di formazione e lavoro in due tra le venti grandi imprese italiane coinvolte. Da Sky a Ferrero. Da Wind a Ericsson. Partecipazione anche di università, scuole di business e top manager.

La Stampa (Aprile 2012): “Così si formano e si trattengono i giovani di talento ”Con questo progetto vogliamo dimostrare che si può lavorare efficacemente, adottando comportamenti virtuosi tra aziende anche concorrenti tra loro, per aiutare i giovani a costruire percorsi di flessibilità mentale oltre che organizzativa e professionale, in grado di creare valore per le persone e per le imprese”

Corriere della sera (Marzo 2012): “Un’esperienza formativa multiforme. Costruita come un puzzle tra le più importanti aziende italiane. Perché il talento non ha una sola faccia e si compone di competenze variegate”.


Partecipanti:
“La rotazione tra due aziende rappresenta una straordinaria opportunità di crescita nel mondo del lavoro. Consiglio il progetto a chi è desideroso di imparare e pronto a mettersi in gioco, sin da subito, in grandi contesti aziendali”

“La formazione prevista dal progetto ci consente di poter accedere a certificazioni prestigiose. Il tutor aziendale è stato per me una reale guida in una realtà completamente nuova rispetto a quella che avevo conosciuto nella mia esperienza universitaria”

“Il progetto mi ha permesso di conoscere e confrontarmi con persone brillanti, che costituiranno un prezioso punto di riferimento per il futuro”


Responsabili dei partecipanti:

“Ha contribuito a dare valore aggiunto alle attività del team, lavorando con entusiasmo e raggiungendo gli obiettivi assegnati “

“Gestisce la attività in autonomia, mettendo in campo tutte le sue risorse e la sua determinazione senza sottrarsi ad impegnativi carichi di lavoro”

“Nei progetti che segue, mette tutta la sua curiosità e freschezza portando innovazione e valore aggiunto alle attività”